Tagged napoli

«Le navi dei rifiuti? Solo un’operazione mediatica»

NAPOLI — Il 2011 va per finire. E delle navi cariche di rifiuti in partenza per l’Olanda nemmeno l’ombra.

[…] Il ministro dell’ambiente, Corrado Clini, lo ha detto senza mezze misure ai rappresentanti di Regione Campania, Comune e Provincia di Napoli giovedì scorso: Non mi interessa come volete risolvere la situazione rifiuti. Sappiate, però, che il Governo questa volta non si sostituirà a voi per gestire l’ennesima emergenza e i 516 mila euro al giorno di sanzioni europee peseranno tutte sulla Campania.

via La Regione: «Le navi dei rifiuti? Solo un’operazione mediatica» – Corriere del Mezzogiorno.

Era l’ora.

Autocompiacimento

A Napoli differenziata giù: sale l’autocompiacimento.

A Napoli la percentuale di raccolta differenziata diminuisce anziché aumentare. Era al 19 per cento al tempo della Iervolino e crolla al 16 in era de Magistris. E’ così, con questo passo, che per la fine dell’anno arriveremo al favoloso settanta per cento? Il presidente dell’Asìa, che ha correttamente fornito i dati di cui sopra, si giustifica. “Non abbiamo né soldi né mezzi”, dice. E perché, prima i soldi  avanzavano? Quando si è detto che la differenziata sarebbe esplosa come un fuoco d’artificio le casse erano piene? Non sarebbe il caso di cominciare a differenziare i sogni dalla realtà?

In compenso, però, cresce l’autocompiacimento della giunta comunale. Sul palco di Estate a Napoli saliranno sia il sindaco sia il vicesindaco. Il primo nel corso di un dibattito-spettacolo con il collega milanese Pisapia. Il secondo come autore del libro, “La Peste”, da cui è tratto uno spettacolo di Nello Mascia. A quando un recital con le arringhe di Narducci?

via Vedi Napoli di Marco Demarco – Corriere del Mezzogiorno.

Scenari

Lo scenario che solo ieri disegnava Tommaso Labate sul RiformistaProfondo Napoli. Napoli rischia la sfida tra Lettieri e de Magistris – commentando i dati della Lorien Consulting che con il suo ultimo sondaggio sulle amministrative nella città partenopea “vedeva” Gianni Lettieri, candidato del centrodestra, attestato al 33%, mentre Luigi De Magistris, in lizza con l’Italia dei Valori, era al 26%, dieci punti in più del prescelto del Pd, l’ex prefetto Mario Morcone, rimasto al palo con il 16%, non è durato neanche un giorno.

Sul Corriere del Mezzogiorno compare oggi un altro sondaggio, questa volta realizzato da Swg – Lettieri avanti, ma costretto al ballottaggio con Morcone – che “vede” Lettieri tra il 33 e il 37% e Morcone arrivare dritto dritto al ballottaggio, dato che si ritroverebbe tra il 24 e il 28%. L’escluso, questa volta, sarebbe De Magistris, sondaggiato da Swg tra il 19 e il 23%. Raimondo Pasquino, candidato del Terzo Polo, si fermerebbe tra il 6,5 e l’8,5% e Clemente Mastella tra l’1 e il 2%. Qui l’ipotesi ballottaggio Lettieri-Morcone sembra decisamente tenere banco e svanire il rischio sfida tra Lettieri e De Magistris. Il Pd non entusiasma, ma l’ansia e i dubbi sembrano poter rientrare.

Appuntamento a domani, al prossimo sondaggio. Altro scenario, altri commenti.